New York, (TMNews) - "Sono dovuta arrivare a 40 anni per capire che come donna e madre ho una responsabilità, ho una voce che la gente potrebbe ascoltare, e mi assumo questa responsabilità molto seriamente". Victoria Beckham si impegna in prima persona nella lotta all'Aids. L'ex cantante delle Spice Girls, ora stilista, moglie del calciatore David Beckham, è stata nominata ambasciatrice dell'Onu per la campagna contro la malattia. Al Palazzo di Vetro di New York, spiega come è maturato il suo impegno. "Faccio parte da 20 anni della Elton John Aids Foundation, sono sempre stata coinvolta ma dietro le quinte. Quando ho avuto la fortuna di visitare il Sudafrica qualche mese fa è cambiato il mio approccio: sono tornata a casa pensando di avere una responsabilità".Nel suo nuovo ruolo Victoria sarà impegnata nella campagna di promozione dei mezzi contro la trasmissione dell'Aids dalla madre al bambino. "Non ci dovrebbero più essere bambini che nascono con il virus Hiv, siamo molto vicini all'obiettivo ma dobbiamo continuare"."E' una persona di cuore, una madre di famiglia - aggiunge il direttore dell'agenzia Onu contro l'Aids, Michel Sidibé - ha talento e ci può aiutare a raggiungere velocemente i nostri obiettivi: dobbiamo poter dire al mondo che non ci sono più bambini nati con l'Hiv".(immagini Afp)