Roma (TMNews) Carlo Verdone riporta Alberto Sordi al cinema con il documentario Alberto il Grande , realizzato dal regista con il fratello Luca per ricordare il grande attore scomparso 10 anni fa. "Io credo che il fenomeno Sordi abbia rappresentato perfettamente il DNA italiano nei suoi innumerevoli tic, difetti, anche pregi, spesso infantili, spesso mammoni, con grande cuore o un grande cinismo".Attraverso filmati d archivio, interviste a testimoni come Christian De Sica, Gigi Proietti, Claudia Cardinale, il documentario ricostruisce la figura e la storia di Sordi, anche nella sua sfera privata, con le immagini girate per la prima volta nella sua casa."Era tanto anarchico, sorridente, compagnone trasgressivo fuori casa, e a casa no, era un uomo pieno di abitudini, pieno anche di rituali in qualche modo, però sempre nel silenzio".Il documentario sarà proiettato in anteprima a Roma e poi girerà per le scuole, nelle università, nei festival, negli Istituti di cultura: "Si sente sempre più l esigenza di omaggiare un passato pieno di dignità, un periodo in cui c erano grandi attori, grandi scrittori. I giovani hanno bisogno di capire cosa c è stato prima, perché se studiano solo David Lynch o Tarantino, è finita. Io li amo, tutti e due, ma dobbiamo capire cosa c è stato prima nel nostro cinema, perché è stato grande, e come facciamo a farlo ritornare grande".