Milano (askanews) - Un doppio concerto al Teatro degli Arcimboldi con l'orchestra Sinfolario diretta dal maestro Vito Lo Re, il 30 e 31 gennaio 2016: Davide Van De Sfroos presenta i brani del nuovo disco "Synfuniia" insieme a un'orchestra di 40 elementi. L'album contiene 14 brani storici del cantautore comasco, che per i suoi 50 anni ha deciso di riarrangiarli con la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra sotto la guida dal maestro, che ha creato suggestioni da cinema. "Quasi tutti i brani sono educati riguardo all'originale, anche se lui all'inizio si è permesso di nasconderli con suggestioni alla Morricone, Pirati dei Caraibi, Batman e si hanno queste sensazioni da film. Sono canzoni che sono nate all'osteria, in cucina, sulla riva di un lago, cantate o suonate con 3-4 accordi e in teoria potrebbero appartenere a un mondo molto più spartano ma proprio per la loro semplicità potevano essere arricchite in qualunque modo" ha detto Van De Sfroos.Il cantautore è consapevole che il progetto sarà accolto in modo positivo solo da una parte dei suoi fan: alcuni si divertiranno tanto, altri storceranno il naso. "Credo che sia un lavoro che di per sè non fa male a nessuno, a qualcuno interesserà, ad altri no, ma sarà finita lì".Sul palco degli Arcimboldi sarà un'avventura e un lavoro di squadra. "Tu devi avere il coraggio di lasciarti trasportare, la chitarra a cui ti aggrappi di solito per prendere la mira, non puoi rifare e temporeggiare, devi assecondarli tutti ed essere in grado di cantare"."Ninna nanna del contrabbandiere" è il primo singolo, accompagnato da un video in cui Van De Sfroos diventa cantastorie di una vicenda realmente accaduta nelle montagne della val d'Intelvi, nel Comasco, vicino al confine svizzero.