Miami (askanews) - Miami Beach rischia di affogare. Una delle località di mare più glamour a livello internazionale può rientrare negli effetti collaterali del riscaldamento globale, affondata dall'innalzamento progressivo del livello degli oceani. Un pericolo contro il quale gli abitanti della "Riviera" statunitense stanno cercando di correre ai ripari.Oggi Miami Beach è una località che sta vivendo un momento di straordinario successo internazionale, un vero e proprio boom nel campo degli immobili di lusso, sostenuto da ingenti finanziamenti esteri."Stiamo assistendo a un'impennata storica dei prezzi immobiliari, spiega Harvey Daniels, imprenditore edilizio locale, sono i più alti mai registrati. A Miami Beach vanno a ruba ville da 10, 15, 20 o 30 milioni di dollari, cifre che altrove non sono proponibili".Ma non sono solo i prezzi che si stanno alzando. Un rapporto federale del 2014 ha inserito Miami nelle città statunitensi più a rischio a causa dell'innalzamento degli oceani causato dal global warming. E Miami Beach sta assaggiando un anticipo di un possibile quanto sgradito futuro con le strade allagate dall'alta marea.Un programma urbano a base di pompe idrauliche da 500 milioni di dollari, finanziato con le tasse del boom immobiliare, dovrebbe alleviare se non evitare del tutto il problema. Si stanno anche studiando progetti più a lungo termine per rialzare l'infrastruttura cittadina oltre il livello dell'alta marea. Ma l'asticella potrebbe essere stata piazzata troppo in alto.Alcuni ricercatori sostengono infatti che, nello scenario peggiore, entro la fine del secolo tutta la Florida meridionale potrebbe vedere il livello del mare salire di quasi due metri.(Immagini Afp)