Milano (askanews) - Terminata l'esperienza di "X Factor", dove sono arrivati secondi ed erano tra i favoriti per la vittoria, gli Urban Strangers sono pronti per incontrare i fan, dal 23 gennaio: l'album d'esordio del duo composto da Genn e Alex si intitola "Runaway" come il singolo che li ha fatti conoscere al grande pubblico, contiene 10 tracce di cui 7 inediti, prodotti da Casa Lavica. Se la popolarità era in qualche modo attesa, non lo era la reazione positiva del pubblico a un genere particolare."Quando siamo usciti e abbiamo visto e sentito la risposta del pubblico siamo rimasti molto contenti, ci abbiamo messo anche un po' a realizzare che fossimo così seguiti" dice Alex."Non ci aspettavamo questo numero di persone e questo tipo di legame che si è creato con chi ci segue" continua Genn.Il secondo posto nel talent per loro è come una vittoria."Non l'abbiamo mai vissuto come una gara, anche per questo si sono creati dei legami con gli altri ragazzi""Partecipando, facendo quello che ci piaceva abbiamo mostrato i nostri pezzi, gusti e personalità quindi abbiamo vinto".Il disco è tutto in inglese, e il duo continuerà a scrivere e cantare nella lingua che ha sempre utilizzato, che apre anche lo spazio a più mercati. "La nostra idea era quella di spostarci anche prima di X Factor, volevamo andare a Londra per fare un percorso anche di studio della musica e imparare meglio la lingua: in questo periodo abbiamo molto impegni ma è ancora nei nostri obiettivi".Il prossimo obiettivo sono i concerti, che gli Urban Strangers preparano in studio con altri due musicisti, puntando di più sull'elettronica. "Ci sarà una differenza perchè siamo cresciuti, abbiamo avuto tante altre influenze in questo periodo e penso risulteranno".