Parigi (Askanews) - La scoperta è clamorosa, non solo per i bibliofili ma per tutto il mondo della cultura: in una biblioteca della cittadina francese di Saint-Omer è stata ritrovata una copia del primo in folio con le opere di William Shakespeare, unica sopravvissuta di una tiratura di 230 volumi datata 1623. Il prezioso libro, cui mancano una trentina di pagine e la copertina, si trovava nella biblioteca da oltre due secoli. Ma solo ora uno studioso di letteratura medievale ha capito che quell'antico tomo era uno dei caposaldi dalla letteratura moderna, per di più nella prima edizione con tanto di note di a margine che potrebbero essere delle vere e proprie indicazioni di regia per l'Enrico IV. E così il mito di Shakespeare, bardo e inventore delle tipologie umane per come le conosciamo oggi, continua a resistere e, anzi, si accresce di nuovi elementi e suggestioni.