Roma, (TMNews) - Da Roma fino alla Costa d'Avorio: un Presepe vivente missionario per aiutare la costruzione di un centro medico a Yopougon, estrema periferia di Abidjan. E' questo il senso del presepe ideato dalla Comunità Missionaria di Villaregia, in scena il 22 e il 28 dicembre, e il 4 gennaio, in via Antonio Berlese, sulla Laurentina a Roma.Seguendo le indicazioni di Papa Francesco, che invita a pensare ai poveri e a giungere fino alle periferie, i missionari hanno pensato a un presepe che sia occasione per riscoprire il senso vero del Natale senza dimenticare gli ultimi.Oltre 150 le comparse e i personaggi che, con costumi storici, ambientazioni originali, arti e mestieri di duemila anni fa, ricostruiscono la Betlemme dei tempi di Gesù. Tra le colline della campagna romana sorgeranno le capanne che riproducono la vita a Betlemme nell'anno zero. Accanto alla sacra famiglia immancabili i soldati romani, il censimento, i cammelli e numerosi animali e, in anticipo sull'Epifania, pure i re magi.