Roma, (askanews) - Un'istallazione particolare è spuntata a piazza San Silvestro, nel cuore di Roma. E' "Golden Lotus" dell'artista coreano Choi Jeong-Hwa un fiore di loto gonfiabile appartenente alla serie dei Breathing Flowers, i fiori che respirano, spesso collocati all'esterno o in luoghi non tradizionalmente deputati all'arte. Una scultura enorme e dorata con i petali che si aprono e si chiudono, come in un grande respiro.L'opera, esposta al Maxxi, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma all'interno della mostra "Transformers", è stata portata all'aperto per tre giorni, fino al 1 febbraio. A inaugurare "l'evasione" del fiore, Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi, con l'ambasciatore della Repubblica di Corea in Italia Yong-joon Lee e il direttore artistico del Maxxi Hou Hanru.Un progetto che sottolinea la volontà del museo di condividere la creatività contemporanea con il maggior pubblico possibile. Giovanna Melandri: "E' un po' questa nostra idea di museo che esce dalla sua dimensione e che nutre tanti pezzi della città"."In questo caso è il fiore di loto che torna nel cuore della città. Per me c'è anche un piccolo aspetto personale, che mi piace: l'arte che arriva ed entra con la sua forza nel cuore delle istituzioni". "Siamo convinti che il Maxxi debba fare tante cose così, sfondare i muri anche simbolici di un'istituzione culturale e avvicinarsi ai cittadini per portare i cittadini da noi e conoscere quel grande laboratorio di ricerca e di futuro che è il Maxxi e di cui questo progetto è solo una piccola parte".