Roma (TMNews) - Un concerto a Corviale. Portare la musica e la cultura nel territorio di Roma, soprattutto nei quartieri più disagiati: è la base del rapporto fra l'Accademia di Santa Cecilia e la nuova amministrazione della capitale. Se ne è parlato alla conferenza inaugurale della stagione fra l'assessore alla cultura della giunta Marino, Flavia Barca, e il presidente dell'Ente sinfonico, Bruno Cagli: "Noi vogliamo essere 'orchestra della città, l'ochestra del Lazio e l'orchestra d'Italia, come ci dicono a Salisburgo"... Santa Cecilia acquisice sempre più prestigio internazionale, ma le sue radici restano nella capitale. Flavia Barca: "Noi vogliamo portare la cultura in tutte le zone della città, e ci sembra Santa Cecilia un bellissimo biglietto da visita. L'idea è di cominciare dalla cavea di Corviale, con un grande progetto di lavoro per tutti i municipi usando appunto Santa Cecilia come bellissimo biglietto da visita".