Milano, 24 feb. (askanews) - Tutta l'Expo di Milano sarà all'insegna dell'arte, oltre che del tema della nutrizione. A sintetizzare questi due aspetti chiave arriva una clamorosa opera di land art: si tratta di "Wheatfield", un campo di grano di 5 ettari dell'americana Agnes Denes che nascerà nel quartiere di Porta Nuova. L'artista, che ha realizzato l'opera per la prima volta a New York nel 1982, in un messaggio video ha ribadito il proprio impegno per l'ambiente."Noi stiamo violentando la terra - ha spiegato Denes - la stiamo maltrattando per produrre il grano e questo abuso genera anche la fame nel mondo, e i valori umani in tal modo perdono forza".Il progetto è stato presentato a Milano alla Fondazione Catella e rientra nel progetto "MiColtivo", dedicato all'agricoltura urbana. Insieme a Confagricoltura ha collaborato anche la Fondazione Trussardi, rappresentata da Beatrice Trusssardi."Con quest'opera l'artista vuole nutrire questi terreno inutilizzato, lo vuole all'interno di un contesto urbano che ne faccia da contrasto. Avremo una zona di campagna all'interno della città, con questo sfondo di grattacieli incredibili in quest'area di Porta Nuova".Agnes Denes non sarà presente a Milano, ma ha voluto comunque ringraziare gli italiani, raccontando le proprie aspettative."Sarà molto emozionante seguire l'installazione delle piante, la loro crescita, sarà emozionante fotografarle, e quindi fare il raccolto - ha detto l'artista - sono spiacente di non poter essere lì con voi. Ma ci sarò con lo spirito e i pensieri".Pensieri che il campo di grano porterà con decisione ai temi etici più forti dell'Esposizione universale. E al tempo stesso regalerà a Milano qualcosa di nuovo e, probabilmente, indimenticabile.