Roma (TMNews) - Giornalisti e scrittori di tutto il mondo tornano a Ferrara per il Festival di Internazionale, momento di incontro e di dialogo che, da anni, offre una vera e propria finestra sul mondo. Il direttore di Internazionale Giovanni De Mauro: "L'ottava edizione di Internazionale a Ferrara - ci ha detto - avrà come le precedenti tanti fili conduttori, in questo c'è un elemento caratteristico del festival, che non ha un unico tema, un unico titolo".Tra i temi dell'edizione 2014, un focus particolare sarà dedicato alle migrazioni, come spiega Chiara Nielsen, vicedirettore della rivista e responsabile della kermesse ferrarese: "Quest'anno il festival - ci ha spiegato - comincia il 3 ottobre e comincia nel segno di Lampedusa. A un anno dal naufragio nel quale sono morti centinaia di migranti nei mari di Lampedusa, noi vorremmo ricordare l'evento e soprattutto ricordarlo in tutti i tre giorni attraverso diversi appuntamenti dedicati a migrazioni e confini".Confini che, idealmente, vengono varcati in primo luogo dai 230 ospiti, che provengono da 30 Paesi diversi e che daranno vita a 100 incontri. E non mancheranno i big della politica."Quest'anno - ha aggiunto il direttore De Mauro - rispetto agli anni precedenti c'è una più marcata presenza istituzionale, con la presidente della Camera Laura Boldrini, con la ministra degli Esteri Mogherini e con il presidente del Consiglio Matteo Renzi che verrà intervistato in piazza da tre corrispondenti stranieri sui temi italiani, ma soprattutto internazionali".Appuntamento quindi a Ferrara, dal 3 al 5 ottobre, con la città che, come recita lo slogan del Festival, si trasformerà nella redazione più grande del mondo.