Roma (Askanews) - Centonovantasette titoli, quarantacinque anteprime mondiali e quindici pellicole in concorso nella sezione "Torino 32", incentrata sul cinema giovane: si presenta così il Torino Film Festival, dal 21 al 29 novembre, che quest'anno assegnerà il "Gran premio Torino" a Julian Temple, regista narratore dell epopea punk inglese, autore de "La grande truffa del rock'n'roll" e di "Sex Pistols - Oscenità e furore". Nel concorso di "Torino 32" saranno presentati due film italiani, "Frastuono" di Davide Maldi e N-Capace di Eleonora Danco, e a giudicarli sarà una giuria guidata da Ferzan Ozpetek.Ad aprire il festival ci sarà la commedia francese "Gemma Bovery", con Fabrice Luchini e Gemma Arterton, il film di chiusura sarà invece "Wild", sceneggiato da Nick Hornby, interpretato da Reese Witherspoon, e diretto da Jean-Marc Vallée, il regista di "Dallas buyers club".Ricchissima la sezione fuori concorso "Festa mobile", che comprende film come "Magic in the moonlight" di Woody Allen, "The theory of everything" sull'astrofisico Stephen Hawking, e tra gli italiani la commedia "Ogni maledetto Natale", diretta dai registi di Boris. Nella sezione "Ritratti d'artista ci saranno i documentari su Lucio Dalla, Luca Ronconi, Nick Cave, mentre nella sezione "Diritti e rovesci", diretta da Paolo Virzì, cinque film di altrettante registe italiane.