Milano (askanews) - Un disco di Natale, non da crooner alla Frank Sinatra o Tony Bennett, ma con un taglio originale. Tony Hadley, frontman degli Spandau Ballet, ha scelto l'Italia: "The Christmas album" è stato prodotto da Claudio Guidetti e registrato nel nostro Paese con musicisti italiani. Ripropone classici come "White Christmas", "Let it show" e "Have yourself a merry little Christmas", canzoni originali come il singolo "Shake up Christmas" dei Train e due inediti: "Every seconds I'm away" scritto con Annalisa Scarrone e "Snowing all over the world". "Per le canzoni tradizionali abbiamo cercato degli arrangiamenti diversi, contemporanei, cercando di introdurre degli elementi elettronici, anche nell'Ave Maria. Abbiamo scelto altre canzoni che di solito non sono delle cover, come "I believe in father Christmas" che nessuno aveva mai rifatto o quella degli East 17. Non volevamo il solito cliché dell'album di Natale, e abbiamo anche scritto due nuove canzoni, cosa di solito non si fa" ha detto Hadley.Tra le collaborazioni italiane del disco c'è quella con Nina Zilli in "Fairy tale of New York". "Nina Zilli ha fatto un brillante lavoro, ha una grande voce oltre ad essere una ragazza bellissima. La canzone non è stata fatta come l'originale dal mood irlandese, di Kirsty MacColl. Lavorare in Italia è sempre bellissimo, mi trovo bene e mi diverto: abbiamo lavorato duramente in studio con Claudio". "Trascorrerò il Natale a casa, tornerò il 22-23 dicembre, e sarà una vigilia bellissima perché i miei 5 figli saranno insieme, con mia mamma e mia zia di 92 anni. Sarà un Natale speciale, ci alzeremo e apriremo i regali e andremo in chiesa e poi al pub come si usa in Inghilterra. Voglio un Natale molto tranquillo perché sono stato a lungo via e lontano dai miei figli".Per il prossimo anno in vista c'è un disco da solista, mentre non ci sono in agenda altri progetti con gli Spandau Ballet. "La maggior parte dell'album è stata registrata, voglio scrivere un altro paio di canzoni con Claudio. Ci sono 6 canzoni che devo ancora registrare, credo che toccando ferro uscirà in primavera. Ma stiamo anche parlando di fare un altro album di Natale"."L'ultimo concerto con gli Spandau è stato due mesi fa a Hong-Kong, e siamo stati in tour per un anno, è stato fantastico ma è qualcosa che ritorna ogni 4/5 anni, ho la mia band, e mi piace essere da solo così come nella band. Per ora farò il solista".