Londra, (TMNews) - Hanno sconfitto 12mila band concorrenti da tutto il mondo e vinto l'opportunità della vita: suonare sul palco dell'Hard Rock Calling come spalla di Bruce Springsteen all'Olympic stadium di Londra. I britannici The Carnabys sono il primo gruppo non americano a trionfare nella gara per giovani talenti, l'Hard Rock Rising Global Battle, e si godono la nascente popolarità. Ben e Jack, nel gruppo con Jamie, Mike e Alex, sono increduli: li aspettano un video, un album e un tour mondiale: "Saremo all'Hard Rock Café di Hong Kong, Tokyo, Sydney, Chicago e Honolulu, non ci sembra vero". L'emozione è stata unica il giorno del concerto, l'adrenalina al massimo. "Non avevo mai fatto nulla di simile in vita mia". "Ci sono stati dei momenti che non scorderò mai, stare lì e suonare le nostre canzoni, che io avevo scritto, vedere tutte quelle persone al tramonto, fantastico". Nel backstage i ragazzi hanno colpito anche i critici musicali."Ho visto il futuro del rock and roll nei Carnabys, sono molto bravi, suonano benissimo, mi hanno ricordato i primi Who, The Small Faces, negli anni Sessanta" commenta Phil Manzanera di Roxy Music. Il consiglio di un maestro come Steven Van Zandt della E Street Band è di cominciare dalla gavetta: "Bisogna prima di tutto diventare una buona resident band, suonare le cover, le proprie canzoni preferite per imparare a scrivere, così si possono analizzare le canzoni e confrontarle. È quello che abbiamo fatto noi, ma anche i Beatles e i Rolling Stones".