Washington. (askanews) - Nuova tragedia causata dalla troppo facile disponibilità di armi da fuoco negli Stati Uniti. Questa volta a causa di uno screzio a proposito di un cucciolo di cane. Un ragazzino di 11 anni ha ucciso con un colpo di pistola una bambina di otto anni a White Pine, nello stato del Tennessee.La madre della bambina, Latasha Dyer, ha raccontato che la figlia stava giocando in giardino quando il bambino le ha chiesto di vedere il suo nuovo cucciolo. Dopo che la piccola McKayla ha detto di no il ragazzino si è armato e le ha sparato addosso.La tragedia ha sconvolto la cittadina di White Pine, dove è avvenuto il delitto."Era una bambina felice e allegra, ricorda la zia della piccola. Sorrideva sempre. Se ne stava per conto suo, ma aveva sempre quel grande sorriso".Lo sceriffo della Jefferson County ha dichiarato che il bambino è stato incriminato per omicidio di primo grado. Il giudice ha ordinato la sua detenzione in riformatorio fino all'udienza, fissata per il 28 ottobre.Il bambino era dentro la sua casa quando ha sparato all'amichetta con la pistola del padre, legalmente detenuta. "Erano vicini di casa e in quel quartiere tutti i bambini giocano assieme e si conoscono, e tutti vanno a scuola insieme", ha ricordato lo sceriffo.(Immagini Afp)