Torino, (TMNews) - "Mai prima d'ora nella storia del Teatro Regio si è realizzata una stagione tanto densa e ricca quanto la prossima". Con queste parole il sovrintendente del Teatro Regio di Torino, Walter Vergnano, ha svelato la prossima stagione 2013-2014 dell'ente lirico torinese."Abbiamo in programma tredici opere, due balletti e due festival inclusi nel cartellone, uno dedicato a Giuseppe Verdi, nel bicentenario della nascita, l'altro a Giacomo Puccini. Davvero tante cose, la qualità è quella che il pubblico conosce e apprezza. La tensione ideale è quella di andare sempre oltre a quello che abbiamo fatto oggi, non ci sentiamo mai appagati".Verdi, Puccini e Rossini, saranno dunque la triade che segnera la prossima stagione operistica torinese. Uno sforzo titanico visto che negli ultimi 10 anni i fondi pubblici si sono via via assottigliati, fino a segnare un meno -30 per cento. Ma il Regio guarda avanti con fiducia: Il 2014 inizierà all'insegna di Mozart con il 'Flauto magico', rivisitato dal regista cinematografico Roberto Ando'.