Roma, (askanews) - Esterofilo e all'apparenza schivo, forse eredità delle sue origini friulane, ma sotto è un vulcano che ribolle di idee e progetti, sempre di successo. non è un caso se il polistrumentista e compositore Teho Teardo ha due film per cui ha composto le musiche in concorso al Torino Film Festival: "E' un caso curioso, quest'anno mi trovo al Festival di Torino con ben due film, uno è quello di Mario Sesti e l'altro di Costanza Quatriglio, 'Triangle', ed è un parallelo tra quei fatti avvilenti di queste lavoratrici in puglia che lavoravano in nero, cucivano e si sono trovate un palazzo che gli è caduto addosso, e le interviste alle sopravvissute hanno delle analogie inquietanti con quanto successe circa 100 anni prima a New York a delle lavoratrici per cui poi si celebra la festa della donna".Teardo, che nel suo nome ha inserito una H in omaggio al primo periodo industrial rock con i Meathead, non era forse la persona più indicata per un omaggio a Dalla. Invece: "Quando Mario Sesti mi ha parlato di questo progetto su lucio dalla io ero assolutamente scettico. Però lui nel frattempo è morto, non c'è più - e quello che ho cercato di raccontare con la musica è stato: c'è un modo di trascinarlo da lì a qui, cioè creare una sorta di avvicinamento, che non è una cosa medianica, però la musica ha una capacità evocativa gigantesca. Io volevo anche quasi come uno scherzo far trovare lucio dalla davanti al regista anche proprio per fargli prendere uno spauracchio - e mi sono anche divertito, con ironia".Teardo ha ricevuto il David di Donatello per la colonna sonora de "Il divo", il Nastro d'argento per le musiche di "Lavorare con lentezza" e "L'amico di famiglia". A 12 anni inizia con il clarinetto, poi letteralmente polverizzato a favore di una chitarra elettrica, perché, in tempi di sex pistols e ramones, era chiaramente da "sfigato"."Non credo si decida di fare i musicisti, credo si senta di essere dei musicisti, che è proprio diverso. e poi ad un certo punto provi davvero a farlo", dice. E per concludere: "a proposito di progetti futuri: l'anno scorso ho pensato a una cosa che vorrei realizzare il prossimo anno, ma non ve la dico".