Roma, (TMNews) - Secondo appuntamento al "Postepay Rock in Roma" con gli Stereophonics. La band gallese, esempio di successo di post-brit pop, ha pubblicato lo scorso 12 marzo l'ottavo album di studio, "Graffity On The Train, nato alla fine di una lunga tournée in giro per il mondo. Al Postepay rock in Roma gli Stereophonics hanno suonato, davanti a un pubblico di novemila paganti, in apertura del concerto dei The Killers.Il leader della band, Kelly Jones rivela i programmi per il futuro:"Suoneremo in altre nazioni europee, poi andremo in Australia, Giappone e in Nord America, poi Messico e finiremo in Gran Bretagna a Natale".La kermesse estiva, iniziata con i Greenday, prevede un cartellone d'eccezione. Maxmiliano Bucci, uno degli organizzatori del Postepay Rock in Roma:"Lavoriamo con l'obiettivo di soddisfare il pubblico".E alla domanda di quanti spettatori si attendono per il concertone di Bruce Springsteen, l'organizzatore risponde così: "Sono i numeri da boss".