Roma, (askanews) - Un libro scritto a due mani e quattro zampe. E' "Soffro con un cane" del giornalista palermitano Fulvio Viviano, uscito in libreria. Un diario di bordo, con decine di dialoghi semiseri tra un eterno "Peter Pan" e il suo fidato cane Nando. Tra i due il più saggio è il cane. È lui infatti che dispensa perle di saggezza e dà consigli su come affrontare la vita e gestire al meglio il rapporto di coppia, sperando che prima o poi arrivi una compagna anche per il suo padrone. Perché Nando, a 15 anni, sa di avere fatto il suo tempo, ma di lasciare solo il suo capobranco, non ne vuole sentire parlare.L'autore Fulvio Viviano: "L'idea nasce dal fatto che io con il mio cane parlo davvero e credo sia davvero il mio migliore amico e consigliere. I cani dicono sempre quello che pensano mentre gli amici quando si parla di donne ti dicono: morto un Papa se ne fa un altro. E siccome io volevo evitare una strage di Papi, ho preferito parlare con il mio cane che mi dà sempre buoni consigli".Parte dei proventi del libro contribuiranno a sostenere il "Rifugio del cane abbandonato" di Palermo. "Nando è un cane che era stato abbandonato e ha avuto la fortuna di trovare una casa, ce ne sono molti però che questa fortuna non ce l'hanno e io nel mio piccolo cerco di aiutarli in questo modo".