Roma, 13 mar. (TMNews) - Le associazioni di volontariato si devono sensibilizzare a una cultura sulla sicurezza sul lavoro. E' l'obiettivo del progetto creato da Spes, Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio che fornisce servizi a oltre tremila organizzazioni di volontariato in tutta la Regione. A parlarne, in questa intervista a TMNews, è il coordinatore del progetto, Luigi Fabbri."Le associazioni di volontariato molto spesso non riescono a stare dietro ai dettami del testo unico sulla sicurezza sul lavoro. Il nostro progetto - spiega - vuole che le associazioni di volontariato siano messe in regola con la normativa e questo comporta anche formazione. Questo è il primo corso di formazione per datori di lavoro che intendono anche svolgere un ruolo di responsabile nel servizio di prevenzione e protezione. Le associazioni di volontariato sono spesso intente nella loro mission e non si sono mai occupate della sicurezza sul lavoro, ma la legge le ha assimilate a delle imprese. E noi stiamo cercando di aiutarle e di creare una cultura sulla sicurezza sul lavoro anche nel volontariato".Fabbri ha spiegato che "il primo corso sperimentale è stato lanciato per i dirigenti" poi "ne faremo un altro solo per responsabili servizi protezione e prevenzione perchè c'è un costo. Spes formerà alcuni responsabili per potergli offrire gratuitamente formazione a quelle associazioni che ne hanno necessità".La risposta del mondo del volontariato è stata all'inizio di "preoccupazione". "Spes li sta accompagnando in questo periodo non solo di formazione ma anche di sensibilizzazione".