Palermo (askanews) - Motivo di orgoglio per i siciliani in primis e per tutti gli italiani ma anche spunto di riflessione. Palermo, Monreale e Cefalù sono diventati ufficialmente Patrimonio dell'Umanità. L'itinerario arabo-normanno è stato infatti premiato a Bonn dall'Unesco e va ad aggiungersi ad altri sei siti siciliani già inseriti nella World Heritage List. Un momento di grande emozione ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando raccontando l'accoglienza festante riservata alla bellezza di questi monumenti, di cui l'Unesco ha percepito i valori, la storia e la cultura di un popolo."Per questa ragione vorrei ricollegare questo straordinario riconoscimento - ha detto Orlando, che ha avuto il ruolo di presidente del Comitato di pilotaggio del sito Unesco - che avrà una straordinaria ricaduta positive in termini di visibilità della città e della attrazione turistica, alla Carta di Palermo che riconosce la mobilità come un diritto umano. Palermo, col suo impegno nei riguardi dei migranti, Palermo sta diventando un punto di riferimento di una vita possibile, dov'è possibile vivere insieme diversi e uguali. Siamo orgogliosi di essere mediorientali e orgogliosi di essere in Europa, ma non l'Europa delle caste e dell'egoismo".