Berlino (TMNews) - La 64esima edizione del Festival del Cinema di Berlino si apre con la prima mondiale del nuovo film di Wes Anderson, "Grand Budapest Hotel". A guidare la giuria quest'anno il produttore James Schamus, che ha spiegato alla stampa come intende immagina possa lavorare la sua squadra."Una famiglia - ha detto - è uno spazio dove realmente, profondamente e addirittura a livello molecolare si litiga con tutti quelli con cui mangi e poi ti svegli la mattina dopo e ci si vuole comunque ancora bene. Credo che questa sia la gioia di una giuria quando lavora bene".Schamus, che ha prodotto "Brokeback Mountain", ha poi voluto rivolgere un pensiero a Philip Seymour Hoffman, morto il 2 febbraio per overdose di eroina."La notizia ha colpito molto - ha spiegato - noi dell'ambiente del cinema e Philip sarà qui con noi. Ci sarà una proiezione e so che molti dei suoi amici si uniranno a noi per ricordarlo. E' in luoghi come Berlino che hai l'opportunità di commemorare e celebrare una persona come lui".In concorso quest'anno 20 lungometraggi, tra i quali spiccano "Monuments Men" di George Clooney e "Nymphomaniac volume 1" di Lars von Trier, che sarà proiettato in versione non censurata.