Roma, (askanews) - Oltre a essere stata una spia, condannata a morte per la sua attività di spionaggio durante la prima guerra mondiale a 41 anni, Mata Hari è famosa per essere stata una danzatrice esotica e ammaliante. E per la prima volta, a quasi cento anni dalla sua scomparsa, un balletto porta in scena la sua storia, proprio in Olanda, suo Paese natale.E' gia sold out la prima di "Mata Hari" al Teatro dell'Opera di Amsterdam il 6 febbraio, che racconta con la danza questa donna leggendaria il cui nome viene associato a mistero e seduzione. Una femme fatale, con le sue movenze esotiche e dal fascino proibito, che in poco tempo divenne famosa in tutto il mondo arrivando a frequentare i salotti più prestigiosi di Parigi e della Belle Epoque."La figura di Mata Hari mi ha sempre affascinato - dice Ted Brandsen direttore del Balletto nazionale - era olandese e molti non lo sanno, perché ha una fama mondiale. Ma il suo nome risuona anche tanti anni dopo la morte. Ho pensato che fosse una donna così affascinante e con una vita così drammatica, da essere perfetta per un grande balletto in cui accadono tante cose".La prima ballerina che farà Mata Hari è la russa Anna Tsygankova."Mata Hari, basta il nome per richiamare immagini incredibili nella mente, una donna, ma chi era realmente? Una ballerina? Una spia? Una vittima degli eventi? Ci sono talmente tanti punti interrogativi su di lei, è davvero meraviglioso per me interpretarla nel nostro balletto".Un corpo di ballo di oltre 60 ballerini, scenografie e ambientazioni soprattutto di Parigi, dove Mata Hari si legò a vari uomini, tra cui Giacomo Puccini, e oltre 300 costumi per una grande produzione, che resterà in scena ad Amsterdam fino al 26 febbraio.