Milano (askanews) - Tre giorni, 65 relatori, 41 appuntamenti per riflettere sulla creatività e la nascita delle idee: è il Festival della Mente di Sarzana, in provincia di La Spezia, che quest'anno, dal 1 al 3 settembre, metterà in scena la propria XIV edizione. La direttrice Benedetta Marietti lo ha presentato nel corso di una conferenza stampa alla Triennale di Milano.

"E' un festival di approfondimento multidisciplinare - ha spiegato ad askanews - e quest'anno come filo conduttore ho scelto il termine 'rete', proprio perché la rete raccoglie molteplici significati e quindi racchiude in sé anche il concetto di interdisciplinarietà del festival. Ho chiesto a scienziati, storici, filosofi, scrittori, psicoanalisti e artisti di interpretare il termine 'rete' a seconda delle loro discipline e in modi diversi, portando un contributo originale e inedito al festival".

Contributi che si concentreranno sulle reti di relazioni umane piuttosto che su quelle della scienza e della tecnologia, sulle reti di storia e attualità e quelle delle trilogie. Senza dimenticare una ricca sezione di appuntamenti per bambini e ragazzi. Importante poi la relazione con il territorio di Sarzana, che anche quest'anno offre i 500 giovani volontari che mandano avanti la macchina del festival.

"Il festival - ha aggiunto Benedetta Marietti - è accolto benissimo dalla città di Sarzana, è nato anche un festival off che si chiama parallelaMente: nella settimana precedente e nei tre giorni della manifestazione artisti e associazioni culturali del territorio danno vita a una sorta di festival parallelo con spettacoli, incontri e questo chiaramente è un indice di vivacità culturale del territorio".