Roma, (askanews) - Grande chiusura a Roma per "I Concerti nel Parco 2015", la rassegna musicale dell'estate nella splendida cornice di Villa Doria-Pamphilj: a incantare il pubblico con un appassionante mix di blues, jazz e musica africana è stata la cantante britannica Sarah Jane Morris che ha presentato Feel the Love, un nuovo live in cui ha mescolato sapientemente brani da Bloody Rain, il suo ultimo progetto musicale ispirato alla musica africana, con i successi di sempre e qualche inedito.Il pubblico romano ha potuto godere della straordinaria voce di Morris, intensa e sofisticata, graffiante e raffinata. In Bloody Rain la cantante inglese ha riunito musicisti africani, europei, sudamericani e anglo-caraibici per dar vita a una collezione di musica moderna di ispirazione africana incredibilmente variegata e ballabile.A colpire e coinvolgere gli spettatori non sono soltanto i ritmi contagiosi di queste canzoni, ma anche i testi che spesso riguardano argomenti duri come la terribile vita dei bambini soldato, i matrimoni forzati, la guerra o il rapimento di centinaia di ragazze nigeriane da parte degli estremisti islamici. Fra i brani eseguiti da Morris, dall'album Bloody Rain, oltre a Feel the Love, No Beyoncé, Comfort They Have None, On My Way to You, Deeper Well e Coal Train.Molte sono state anche le cover, da "Piece of My Heart" a "Fast Car" di Tracy Chapman e "Fragile" di Sting. Verso la fine del concerto Morris ha trascinato il pubblico a partecipare cantando il ritornello di "I Shall Be Released", scritta da Bob Dylan e resa famosa da The Band nel 1968, un testo poetico sulla prigionia e la liberazione del corpo e dello spirito.