Roma, (askanews) - Ha solo 24 anni ma è già lanciatissima. Sara Serraiocco dopo aver esordito nel 2013 con il film "Salvo", premiato a Cannes, con cui ha ottenuto consensi unanimi con il ruolo di una non vedente, torna protagonista al cinema in "Cloro", esordio alla regia di Lamberto Sanfelice, dal 12 marzo nelle sale, film che ha portato Sara ancora sotto i riflettori internazionali, al Sundance Film Festival e alla Berlinale.Interpreta Jenny, 17enne che sogna di diventare una campionessa di nuoto sincronizzato. Ma la sua vita spensierata a Ostia cambia con la morte improvvisa della madre, quando deve trasferirsi con suo padre e il fratellino in un paesino in Abruzzo, deve arrangiarsi e trovarsi un lavoro, rinunciare al diploma e al suo sogno in piscina per occuparsi della famiglia e ricoprire quasi il ruolo di madre. Una sorta di romanzo di formazione, spiega l'attrice, di un'adolescente che si ritrova catapultata nel mondo degli adulti."E' stato un personaggio molto intenso per me, ma ho cercato di mettere un po' del mio carattere nel personaggio e poi ci sono cose molto affini. Io vengo dalla danza, lei fa nuoto sincronizzato. Quindi c'erano elementi in comune con il personaggio"."Ho studiato sei mesi nuoto sincronizzato e ginnastica artistica, anche se avevo già delle basi, mi sono allenata con la squadra del Foro Italico a Roma. E' stata un'esperienza bellissima".Presto al cinema la vedremo anche nel film drammatico di Enrico Pau "L'Accabadora" e sta lavorando da tempo su un progetto con il Centro Sperimentale di Cinematografia: la storia di una ragazza testimone di Geova che lascia la famiglia e la comunità perché si innamora di un ragazzo che non ne fa parte. Ma in futuro, dice, le piacerebbe anche cambiare genere e tra i suoi registi preferiti italiani, con cui spera un giorno di lavorare, c'è Matteo Garrone. Una carriera promettente quella di Sara, che però non dimentica la sua passione, la danza, che l'aiuta anche come attrice:"Mi aiuta molto, avere la percezione del corpo ti dà anche fluidità, presenza". "Vorrei cercare di continuare ma con gli impegni è difficile, spero che nei prossimi mesi riuscirò finalmente a riprendere".