Venezia, (TMNews) - E' un film collettivo girato dagli italiani e realizzato da Gabriele Salvatores "Italy in a day", presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia, nei cinema il 23 settembre, e su Rai3 in prima serata il 27. Il film è un montaggio di filmati girati in tutta Italia il 26 ottobre 2013: al regista sono arrivati più di 44mila video, per un totale di 2200 ore di girato. La pellicola definitiva è di 75 minuti e contiene un diario emotivo, un censimento delle emozioni e dei pensieri degli italiani, con i loro desideri, sogni, paure, riflessioni."44mila video, 2200 ore, ti lascio immaginare.." dice Salvatores. "Abbiamo eliminato le cose che ci parevano un pochino troppo costruite. Invece mi son meravigliato perché mi aspettavo molto più trash, alla social network per capirci, invece no..."Per Salvatores l'immagine dell'Italia che ne emerge è quella di un Paese colpito dalla crisi, ma che guarda al futuro: "Però c'è un'immagine di futuro nell'Italia, tutto sommato, non è così depressa come me la aspettavo.Esce un'immagine di un'Italia ferita se vuoi, sofferente, però con dignità ancora.Ma una visione del futuro c'è".Per Salvatores questo progetto era una sfida insolita, ma molto interessante. "In termini cinematografici quello che emerge, almeno per me, è che, veramente, sempre di più, nel momento in cui le immagini ci occupano tutti gli spazi, il montaggio è l'anima di un film".