Roma, (askanews) - Oltre cento affreschi su Roma e i romani, combattuta tra le sue ricchezze e i suoi lati oscuri: il traffico, i borseggiatori, i cortei e gli scioperi. Si intitola #RomaBarzotta, il libro di Davide Desario, giornalista del quotidiano Il Messaggero, edito da Avagliano Editore. Un libro social, che trae spunto dalla Rete. Come spiega lo stesso autore: "E' una sorta di raccolta, di diario, di una serie di piccoli affreschi usciti sulla prima pagina della cronaca di Roma del Messaggero, dove si parla di Roma, che ti abbraccia con la sua bellezza e magnificenza e i suoi monumenti ma che dall'altra parte ti prende a schiaffi con il suo degrado, cialtroneria e inefficienza. Tramite questo diario si può conoscere la città. È un libro per chi vuole conoscerla aldilà dei luoghi comuni, ma anche per chi Roma la ama nonostante tutto".Davide Desario racconta una città dai mille volti e sempre in bilico tra modernità ed eternità. "Titolo provocatorio perchè questa città non riesce nè a difendere la sua tradizione, e dall'altra non riesce a spiccare il volo e a diventare una grande capitale europea come Parigi, Londra". "A Roma non cambia mai nulla. Ho iniziato la mia carriera nel 1995 mi sono occupato di una serie di problemi e ci sono ancora".Nel progetto editoriale, anche una canzone scritta dal rapper Saide, nel video intitolato #RomaBarzotta.