Roma, (askanews) - Al via il Sundance Film Festival di Robert Redford, giunto alla sua 38esima edizione. La rassegna cinematografica nata nel '78 si tiene ogni anno a Park City, nello Utah, Stati Uniti, ed è interamente dedicata ai film indipendenti.Apertura caratterizzata da temperature ghiacciate e tanta neve, ma i turisti e gli sciatori arrivati nella nota località invernale si aspettano di vedere tante star e film interessanti fino al 31 gennaio. Al Sundance sono stati spesso scoperti piccoli capolavori e una sezione molto importante è quella del documentario. Quest'anno si attende la nuova opera del maestro tedesco Werner Herzog. Redford, aprendo il festival, è tornato a parlare della polemica che imperversa in questi giorni a Hollywood sugli Oscar, sulla mancanza di diversità tra i candidati, sull'assenza in particolare di attori e registi afroamericani."Non mi interessano gli Oscar. Ne sono fuori" ha detto, aggiungendo che spesso però sono proprio i film indipendenti a parlare di diversità"."Voglio chiarire però - ha detto ancora il regista - che non sono contro le grandi produzioni, ho fatto parte di quel sistema e ne sono stato felice, ho fatto molti dei miei film a Hollywood. La mia idea del Sundance non vuole dichiarare guerra a quelle produzioni, significa solo allargare gli orizzonti, scavare in un circuito diverso e molto interessante".(Immagini Afp)