Roma, 4 giu. (askanews) - E' terminato il restauro della monumentale vetrata dell'occhio di facciata del Duomo di Firenze con l'Assunzione della Vergine, realizzata dal maestro vetraio Niccolò di Piero Tedesco, su cartone di Lorenzo Ghiberti ed eccezionalmente esposta fino all'8 settembre nel Battistero di Firenze, dove per la prima volta sarà possibile vederla da vicino prima che sia rimontata sulla facciata del Duomo.Il restauro, commissionato dall Opera di Santa Maria del Fiore e realizzato dallo storico laboratorio fiorentino Studio Guido Polloni e Co. con il contributo di Intesa Sanpaolo, nell ambito del progetto Restituzioni, ha recuperato le splendide cromie originali oscurate dal tempo e dai fenomeni di degrado. Ed è tornata a brillare la luce di Maria, che irradia tutta la scena.Collocata nel giugno del 1405 sopra la porta dell incompiuta facciata di Arnolfo di Cambio, la vetrata del rosone, divisa in 28 pannelli per 6 metri e 16 cm di diametro, fa parte del ciclo di 44 vetrate istoriate della Cattedrale di Firenze, che furono realizzate in mezzo secolo, tra il 1394 e il 1444, da maestri vetrai su disegni preparatori di Donatello, Lorenzo Ghiberti, Paolo Uccello, Andrea del Castagno e Agnolo Gaddi.Il ciclo di vetrate del Duomo di Firenze è tra i più importanti al mondo per la loro unità cronologica, per la percentuale di vetri originali e per gli artisti che eseguirono i disegni preparatori.