Milano (askanews) - Un doppio album che raccoglie alcune tra le più importanti performance musicali dal vivo di Renzo Arbore, da 25 anni accompagnato dall'Orchestra italiana, insieme a grandi artisti, italiani e stranieri, da Lucio Dalla a Ray Charles. Una raccolta di medaglie e trionfi che l'artista ha intitolato "...e pensare che dovevo fare il dentista", pensando al padre, da cui ha ereditato l'amore per la musica. "Il primo pensiero che ho avuto è che se avessi seguito il desiderio di mio padre, che era dentista, di farmi fare il dentista, probabilmente queste esperienze straordinarie non mi sarebbero capitate" ha detto l'artista."E' una raccolta delle mie passioni, io ho amato tutta la musica rock, il blues, lo swing, il jazz, la musica popolare sudamericana, quella cubana, c'è tutto là dentro"."Sono tutte esibizioni live molto importanti tra le quali c'è una chicca indimenticabile: 'O sole mio con Ray Charles, che è l'unica esecuzione sua di questa canzone, le altre non sono sopravvissute".Il doppio album è un giro del mondo attraverso i concerti, da New York al Sudamerica passando per la Piazza Rossa di Mosca. "Ci sono gli italianofili che amano l'Orchestra italiana con i suoi mandolini: lo dico polemicamente perchè quando recuperai quel suono qualcuno disse ma come, recuperiamo il mandolino e la pizza. La pizza è sopravvissuta e il mandolino anche, grazie a me".Per i prossimi progetti, lui li chiama "malefatte", Arbore si orienta sul Web: il suo canale si chiama renzoarborechannel.tv "The mission è quella di far conoscere ai ragazzi in Rete che ci sono degli artisti che sono stati fondamentali, nell'umorismo e nella musica: non si può parlare di rock o rap se non conosci il blues".Renzo Arbore si prepara alle grandi celebrazioni del 2015, quando festeggerà 50 anni di carriera musicale.