Milano, (askanews) - Fare un passo indietro, tornare alla serenità generata dalle cose semplici, riscoprire i rapporti fondati sull'amore: è il tema del nuovo disco di Raf "Sono io", che esce il 30 giugno, a 4 anni dal precedente album di inediti. 11 brani pop, cioè popolari come ci tiene a definirli il cantautore, frutto di una lunga ricerca musicale, interrotta dalla parentesi di Sanremo. "Il 90 percento è comunque frutto del mio lavoro in studio, solitario: proprio perchè faccio tutto da solo i tempi si allungano, allora finito Sanremo avevo bisogno di qualche mese per finalizzare le tracce".Il disco è nato in un periodo difficile, di crisi epocale, in cui la "normalità è la vera provocazione". "L'amore, oggi ce n'è tanto bisogno perchè in momenti di crisi tutti diventano egoisti, si chiudono in se stessi, hanno paura di aprirsi soprattutto nei confronti di chi appare diverso da noi".Raf ha registrato negli Stati Uniti, tra Florida e California, e l'Italia e prodotto e arrangiato l'album in due anni e mezzo di lavoro e di ricerca, musicale e di parole. "Il mio pop si spinge ai limiti con la sperimentazione di suoni, melodie che ricalcano non scritture tipiche della melodia italiana. Lo fai nel modo più semplice possibile, ma non è sinonimo di scontato perchè rischi di essere banale: la difficoltà è proprio quella, centrare quel punto che ti fa essere sì pop ma nè banale nè incomprensibile".L'Italia vista dall'America è diversa dalle attese. "La nostra immagine è quella di un popolo che ha dei numeri, delle possibilità, non siamo solo la barzelletta. Avevo l'impressione che di noi si ridesse, invece c'è ancora fascino per la nostra storia, per quello che abbiamo fatto e il potenziale che abbiamo".Raf continuerà per tutta l'estate a girare l'Italia per tutta l'estate e presenterà il nuovo album negli store.