Roma, (askanews) - Nel nuovo album di inediti "Sono io", che porterà nei teatri italiani dal 19 ottobre con il "Sono io Tour", Raf affronta anche la tragedia dei migranti, nella canzone "Pioggia e vento".Come mai hai sentito l'esigenza di parlarne nelle tue canzoni?"E' un argomento che avevo già affrontato negli album precedenti, a quanto pare dobbiamo confrontarci con questo grave problema ancora per un po', queste canzoni sono sempre attuali e vorrei scrivere delle canzoni che non parlano di questo, ma il problema è che quando queste cose accadono intorno a te, nel mondo in cui vivi con la tua famiglia, sei con persone che non conosci ma ti arriva la loro sofferenza attraverso i media e ti senti abbastanza impotente, qualsiasi pensiero sembra ininfluente"."Quindi alla fine lo sento come un dovere il parlare di queste cose, lo faccio da cantante di musica leggera, che deve cercare di arrivare alle persone. Non lo si richiede a un cantante pop, ma io lo faccio perché non scrivere canzoni che parlano anche di questo significherebbe che manca qualcosa in un album".