Roma, (askanews) - "L'Accademia nazionale dei Lincei - dice il neo presidente, l'economista Alberto Quadrio Curzio, docente emerito alla Cattolica di Milano in questa intervista ad askanews - ha ancora molto da dire e ha un ruolo assai importante nella politica della scienza per i rapporti che intrattiene con le Accademie nazionali degli altri Paesi. Rappresentiamo l'Italia nei G7 della scienza, o meglio delle Accademie nazionali, e ogni anno ci troviamo prima del G7 istituzionale per proporre alla riunione dei capi di Stato e di governo temi riguardanti la scienza o la cultura in generale. Nel 2015 abbiamo avuto il meeting di Berlino, dove la cancelliera Merkel è stata con noi un pomeriggio a discutere i temi del momento. Io sto andando in Giappone per il G7 delle Accademie di quest'anno e nel 2017 toccherà all'Italia. Abbiamo quindi un ruolo politico che è di notevole rilevanza anche nei rapporti con gli altri Paesi. Io vorrei puntare proprio a un potenziamento delle relazioni internazionali, perchè la storia pesa e la nostra Accademia, fondata nel 1603 dal principe romano appassionato di scienza Federico Cesi, che ha avuto tra i suoi soci da Galileo Galilei alla Levi Montalcini, è molto nota nel mondo. In secondo luogo, vorrei intensificare i rapporti con gli esponenti delle istituzioni e dell'economia, per raccogliere elementi nuovi nella nostra attività di politica della scienza. Il presidente del Consiglio, Renzi, nella sua recente visita all'Accademia ha riflettuto sul ruolo della cultura nelle relazioni internazionli dell'Italia. Avremo prossimamente il direttore degli affari economici e monetari della Ue Buti, il presidente dei Cavalieri del Lavoro D'Amato e l'ad di Finmeccanica Moretti, perchè volgiamo vivere nel presente pur avendo una prospettiva di lunghissimo periodo". L'Accademia dei Lincei assegna anche il Premio internazionale Feltrinelli, che può essere considerato il Nobel italiano anche perchè al premiato vanno 250 mila euro provenienti dal lascito destinato a questo scopo negli Anni Trenta dall'industriale lombardo Alberto Feltrinelli. "Il Premio internazionale Feltrinelli è destinato un anno alle scienze naturali e un anno alle scienze morali, storiche e filologiche, che ricomprendono anche l'economia. Le candidature possono essere proposte dai soci dell'Accademia e dalle Accademie degli altri Paesi, che inviano molte candidature. La commissione selezionatrice lavora tutto l'anno e il Premio, che viene assegnato in autunno, ha a volte premiato personalità che poi hanno vinto il Nobel, a conferma di una nostra capacità di far emergere le eccellenze"