Roma, (askanews) - Gigi Proietti, direttore artistico del Globe Theatre da 13 anni, ha ringraziato il prefetto Paolo Tronca perché il teatro shakespeariano all'interno di Villa Borghese a Roma potrà riaprire i battenti nonostante il commissariamento della Capitale. Ogni anno - ha raccontato Proietti, a margine della manifestazione Shakespeare lives in Italy a Villa Wolkonsky a Roma - vado in Comune sperando di poter mantenere aperta la struttura, che rispecchia l'originale Globe Theatre di Londra, il più famoso teatro del periodo elisabettiano."Per quanto riguarda il Globe vorrei ringraziare quest'anno il povero prefetto Tronca -spiega Proietti a margine dell'evento - perché insomma, viene tra l'altro da Milano ma ha capito l'importanza della cosa, proprio in occasione del quattrocentenario: come fanno manifestazioni in tutto il mondo, l'unico teatro shakespeariano europeo, forse, sta a Roma, si chiama Silvano Toti Globe Theatre e lo chiudiamo? E quindi per quest'anno il Globe Theatre aprirà di nuovo"."Una manifestazione particolare per i 400 anni di Shakespeare l'abbiamo pensata - annuncia - anche se sarà un po' fuori tempo, visto che il Globe è un teatro estivo. E' una buona idea, ma non voglio anticipare perché è ancora un po' imprecisata: prevede musica, recitazione, una serata spettacolo di un certo livello".Il 27 gennaio a Milano Proietti ha ricevuto il premio Intercultural British Award nel corso della cerimonia degli Uk Italy Business Awards per il suo impegno in favore della promozione della cultura britannica in Italia.