Roma, (askanews) - "Night Bird", brano composto da Enrico Pieranunzi e divenuto uno standard jazz, piaceva tanto a Chet Baker, per il quale il noto pianista jazz aveva composto questo e altri pezzi. Gli piaceva così tanto che ne esistono diverse versioni, come racconta il famoso jazzista romano intervistato nello studio di Askanews in occasione dell'uscita del nuovo disco "My Songbook" (Via Veneto Jazz/Jando Music), che contiene una versione con parole del celebre brano. "La storia di 'Night Bird' è sempre legata a questa vicenda con Chet, perché lui si innamorò di questo brano, lo inclusi nel disco 'Soft journey' che è con Maurizio Gianmarco, Roberto Gatto e Riccardo del Fra, e questo pezzo che per me era uno dei pezzi del disco opportuno da fare, perché mi sembrava adatto alla formazione etc., lui se n'è letteralmente innamorato, a tal punto che lo ha inciso - racconta Pieranunzi - incisioni da tutto il mondo, almeno 12-13 volte di sua iniziativa, ovunque, io ne ho una versione fatta in Inghilterra, una in Francia e una in America. E lui si era innamorato di questo brano e faceva anche una cosa che è ancor più un onore per me: insegnava questo pezzo ad altri trombettisti, quindi questo pezzo poi si è diffuso attraverso Chet".