Los Angeles (askanews) - Così simili da essere praticamente l'uno una copia dell'altro. L'originale è Marvine Gaye e a copiare sono stati, ca va sans dire, Pharrell Williams e Robin Thicke. Lo ha stabilito un tribunale di Los Angeles che ha condannato i due cantanti a pagare 7,3 milioni di dollari ai familiari dell'artista scomparso nel 1984. In particolare Pharrell e Thicke hanno plagiato "Got to Give It Up", scritta nel 1977 da Gaye, per comporre il brano "Blurred Lines", tra i maggiori successi del 2013. Come singolo, la canzone ha incassato oltre 5 milioni di dollari.I due artisti erano stati denunciati dal figlio di Gaye che li aveva accusati di violazione del copyright del pezzo scritto dal padre.Con questa decisione il tribunale americano commina unadelle più grandi multe stabilite per violazione dei diritti d'autore in campo musicale. Ma prima del verdetto dei giudici già nel 2013 il web aveva scovato il plagio, come ben spiega questo filmato dal titolo ironico "Robin Thicke featuring Marvin Gaye". E il mash up di voci e immagini, va detto, non è niente male.