Roma, (askanews) - Un capannone industriale a Londra è il quadro della collezione primavera estate di Paul Smith: le modelle si sono preparate in questo ambiente dietro la stazione di Kings Cross, uno dei luoghi della capitale più interessati dal rinnovamento urbano.

Paul Smith ha messo in passerella anche tanti fiori, per ammorbidire il look severo della location ma anche perché proprio i fiori sono al centro della collezione.

Ed è vero urban wear: giacche morbide, pantaloni corti e fluidi, o rivisitazione delle tute e dei tailleur, abiti scivolati dai colori tenui, bianco, nero, a fiori stilizzati, a quadri, ampi trench e blouson, coulisse sui pantaloni e sui vestiti; tanta seta, tagli ampi e fascinosi; per una donna pratica e raffinata con le espadrillas o i sandali bassi.