Roma, TMNews - A Villa Perla di Lussinpiccolo, sede della locale comunità italiana, il ricordo del centenario della nascita di Tino Straulino, grande italiano figlio di questa incantevole località oggi croata, ha rappresentato l'occasione per un a tratti commovente incontro tra una delegazione della X commissione della Camera dei Deputati guidata dal presidente Guglielmo Epifani e gli italiani di Lussinpiccolo, presieduti da tre mandati da Anna Maria Saganic-Chalvien. Con una mostra fotografica, illustrata dalla descrizione dell'attività militare e sportiva dell'olimpionico di vela, Lussinpiccolo ha voluto infatti onorare la memoria di Straulino nella sua terra di origine. Oggi la comunità di Lussinpiccolo, nata nel 1990, conta nella sede di Villa Perla anche con un asilo per 20 bambini. "Un asilo italiano - spiega la signora Saganic - della scuola croata''. Insomma, non tutto è sempre semplice ma come dice la presidentessa gli italiani sono rimasti e vogliono far sentire la loro italianità anche alle generazioni più giovani: "Facciamo di tutto e di più per mantenere questa lingua nostra".Per Guglielmo Epifani, a nome anche degli altri commissari, Cimmino, Petitti, Prodani e Giammanco, l'impegno e la vicinanza verso Lussinpiccolo e i suoi italiani non mancherà: "Tenere aperte queste comunità, la nostra lingua, la nostra cultura io credo che rappresenti anche un modo di aiutare l'amicizia fra Italia e Croazia".A testimonianza dello sforzo costante della comunità anche la nascita del nuovo giornale degli italiani residenti a Lussinpiccolo, El Zarzuaco Lusignan, che come si legge nel primo numero è foglio che "esce così colà come si puote dove si vuole e più non dimandare". Augurio dantesco anche per future e sempre più importanti iniziative.