Parigi (TMNews) - La querelle, forse, è arrivata alla fine: il ministro della Cultura francese Aurélie Filippetti ha stabilito che il Museo Picasso di Parigi, chiuso da cinque anni per lavori di ristrutturazione, riaprirà a metà settembre. La decisione arriva dopo molte polemiche, alimentate anche da Claude Picasso, figlio dell'artista, che aveva fatto forti pressioni in Consiglio di amministrazione, per riaprire a giugno. Nonostante una parola d'impegno, la Filippetti ha poi dovuto ribadire che i lavori devono seguire un iter regolare e le porte dello storico Hotel Salé nel quartiere del Marais si riapriranno al pubblico solo a fine estate. E alla presidente del Museo, Anne Baldassari, non resta che controllare che i lavori procedano nei tempi previsti. Di modo che le 5mila opere dell'infaticabile maestro del Cubismo trovino finalmente una nuova casa parigina.(immagini Afp)