Karachi, Pakistan (askanews) -Sin da bambino Asif Patel ha imparato a rimettere insieme giocattoli e radio a transistor affidandosi, facendo eroicamente di necessità virtù, solo al tatto. Asif infatti è stato privato della vista da una rarissima condizione patologica che lo ha fatto nascere senza occhi.Oggi, a 44 anni, è un affermato meccanico, con un'avviata officina a Karachi, in Pakistan, che offre lavoro a sette persone. Una straordinaria storia di successo in un paese che, come molti altri, non offre grandi opportunità ai non vedenti.I clienti vanno e vengono affidando le loro auto nelle mani sicure del loro meccanico. La sua maniera di procedere è affascinante. Asif si avvicina a una vecchia Toyota, fa scattare la leva del cofano e infila le mani nel motore "fiutando" le cause del ronzio fuori registro del carburatore, attivando i necessari e progressivi aggiustamenti."Il primo giorno di istruzione in officina, ricorda, mi hanno indicato come veniva riparato un motore, con le sue diverse parti smontate e distribuite sul tavolo. Ho imparato subito come funziona il sistema, ho 'visto' i pistoni al lavoro e capito come funziona un motore".Il Pakistan conta quasi due milioni di non vedenti, secondo alcune organizzazioni umanitarie oltre metà dei quali affetti da patologie curabili come la cataratta. Ma per loro le opportunità sono poche e la maggior parte, allontanata dalle famiglie per ancestrali pregiudizi, è costretta a mendicare per le strade.Asif, grazie ai suoi doni, è riuscito a sfuggire a questo destino, come spiega uno dei suoi meccanici: "Basta far partire il motore e lui diagnostica subito i problemi. Ti dice come cambiare quel pezzo o quell'altro, l'auto viene riparata ed è pronta a ripartire".(Immagini Afp)