Pretoria (askanews) - L'ex campione paraolimpico Oscar Pistorius, condannato nel 2014 a cinque anni di carcere per l'omicidio involontario della fidanzata, è stato liberato in anticipo dalle prigioni sudafricane, dopo avere scontato un solo anno di reclusione, ed è stato assegnato agli arresti domiciliari. La notizia è stata comunicata dal portavoce dei servizi penitenziari del Sudafrica.Pistorius è uscito di prigione con un giorno d'anticipo rispetto a quanto previsto dalla commissione che ratifica la liberazione dei detenuti e si è recato a casa dello zio Arnold Pistorius a Pretoria.Nel febbraio del 2013, nel corso della notte di san Valentino, la 28enne ex icona dello sport sudafricano e paraolimpico aveva ucciso con quattro colpi di pistola la fidanzata Reeva Steenkamp che si trovava chiusa nel bagno della casa di Pistorius a Pretoria.La sua scarcerazione non significa tuttavia la fine della vicenda giudiziaria. A novembre si terrà il processo d'appello che prevedibilmente rinfocolerà violente polemiche, spaccando di nuovo l'opinione pubblica sudafricana e internazionale tra innocentisti e colpevolisiti, come tutti i processi penali di grido.Pistorius, amputato sotto il ginocchio a entrambe le gambe dall'età di 11 anni, era diventato una star del sport internazionale correndo su protesi in fibra di carbonio e aveva partecipato alle Olimpiadi di Londra del 2012 correndo con gli atleti normodotati. L'ex atleta ha sempre sostenuto di aver ucciso la fidanzata per errore, ritenendo che un ladro si fosse introdotto nella sua casa. Per questo è stato condannato in primo grado a soli cinque anni di carcere per omicidio involontario.(Immagini Afp)