Roma, (askanews) - Nello Daniele, fratello del cantautorescomparso il 4 gennaio scorso, getta acqua sul fuoco dellepolemiche alimentate in questi giorni nei confronti di Napoli edel popolo napoletano circa le modalità dell'organizzazione dopo la scomparsa dell'artista partenopeo. Nello Daniele, tra i primi ad arrivare al Maschio Angioino per rendere omaggio all'urna cineraria del fratello, dietro occhiali scuri, si è intrattenuto brevemente con i giornalisti."I complimenti vanno anche a tutto il popolo napoletano che èstato un esempio di maturità". "Il silenzio e l'educazione che hanno dimostrato, anche ieri sera allo stadio San Paolo""La vera sceneggiata è questa: Pino è ancora vivo". "Si è nutrito dell'amore di Napoli e del suo popolo per tanti anni ed è giusto così. Ha lasciato un patrimonio che stiamo bene altri cento anni"."Noi napoletani abbiamo sempre subito una forma di quando va tutto bene, cercano sempre di punzecchiare, una forma di razzismo. Secondo me questa non era una sceneggiata napoletana, è stata una tragedia nazionale. Pino faceva parte di una nazione che ha portato in giro per il mondo. Poi c'è sempre qualcuno che vuole punzecchiare, però. Quali polemiche? Una cosa così bella, tutto l'amore che il popolo napoletano ha riservato per lui, veramente tanto tanto tanto".