Roma, (askanews) - Adrenalina pura. Una scena di volo in wingsuit, la tuta alare, con quattro persone in formazione che si lanciano a una velocità incredibile nel famoso "Crack", una gigantesca crepa dentro le Alpi Svizzere. E' lo stunt più pericoloso della storia del cinema e forse il volo più pericoloso in assoluto mai realizzato dall'uomo, quello che vediamo nel film "Point Break", remake in real 3D del cult d'azione del '91 di Kathryn Bigelow.Nella sequenza c'è anche un quinto pilota, non visibile nel film, che ha ripreso i quattro, volando in coda. E' il famoso base jumper Jhonathan Florez, che dopo averla filmata, è tragicamente deceduto in un lancio successivo in Svizzera nel luglio scorso.Nel nuovo "Point Break", diretto da Ericson Core, c'è sempre un agente dell'Fbi che si infiltra in una gang di ladri spericolati. Stavolta però, oltre alle tavole da surf, troviamo tutti gli sport più estremi. Le scene sono reali, non sono stati usati effetti speciali, ma sono stati arruolati alcuni deimigliori atleti del mondo che hanno rischiato la vita in sequenze pericolosissime. Si potranno vedere al cinema dal 27 gennaio.