Roma, (askanews) - Puntuale come ogni anno per le feste arriva il cinepanettone. Ma questa volta "Natale col Boss", 32esimo film di Natale targato Filmauro, prova a rinnovarsi e a cambiare formula, e con la regia di Volfango De Biasi, diventa una commedia d'azione.Lillo e Greg nei panni di due rinomati chirurghi plastici, visibilmente imbranati fin dalle prime scene, vengono assoldatida un potente boss, con banda al seguito, per farsi trasformare il volto e sfuggire così alla legge. Ma i due chirurghi, fraintendono la sua richiesta di diventare come Leonardo DiCaprio e lo trasformano in Peppino Di Capri e da lì in poi accadrà di tutto: equivoci, inseguimenti, galera, colpi di scena e scontri tra camorristi ridotti a macchiette e l'altra coppia comica improbabile formata da Paolo Ruffini e Francesco Mandelli, due poliziotti maldestri sulle tracce del boss che non ne fanno una giusta.Lillo e Greg:"Quest'anno cerchiamo di portare un film che non parla necessariamente di problemi del quotidiano, è un film più che altro d'azione...."Peppino Di Capri, al suo primo film di Natale, si è divertito a sdoppiarsi, passando dal ruolo di se stesso a quello dello spietato boss con il suo volto."Passare da un personaggio all'altro è la cosa più interessante di questo lavoro. Lavoro... chiamiamolo così, ma alla fine è un divertimento"."Non ci ferma più nessuno"