Roma, (askanews) - Conchita Wurst sta per incidere il suo primo album, a conclusione di un anno di successi. Il travestito-star austriaco, vincitrice di Eurovision song contest 2014, non esclude però di cambiare un giorno il suo look, per non fare la fine di una "vecchia drag queen". "Magari tra 20 anni, magari l'anno prossimo, non ho idea. Per ora sto bene così, amo quello che faccio, amo essere Conchita, travestirmi, truccarmi. Semplicemente: amo tutto questo e lo farò finché mi diverto", ha spiegato Conchita, all'anagrafe Tom Neuwirth. Lei/lui non è un transgender, né un transessuale, ma una drag queen dalla "doppia vita": "E' una cosa che mi piace molto essere Conchita e Tom allo stesso tempo. In quanto Conchita ho tutto quello che mi serve per essere famosa e glamour, faccio interviste e sedute fotografiche. Dall'altra parte c'è Tom, questo ragazzo timido e noioso. E mi piace essere timido e noioso quando sono in privato. E' il giusto equilibrio. E' per questo che quando ho tempo libero vado in giro e mangio pizza!".Il nuovo album vanterà collaborazioni con autori austriaci e svedesi, ma Conchita, che non dimentica mai di lanciare appelli affinché tutti siano rispettati, ha ricevuto offerte da compositori da tutto il mondo. A lei però non dispiacerebbe un giorno interpretare una canzone per un film di James Bond: "Perché non mi hanno ancora chiamato? Non è troppo tardi. Mi piacerebbe tantissimo, chiaro. Shirley Bassey è stata una delle prime artiste che ho ascoltato. Non sapevo chi fosse, non capivo la sua lingua, ma amavo la sua voce e la freschezza della sua musica. Ovviamente sarebbe fantastico interpretare laa colonna sonora per James Bond".