Roma (TMNews) - Laura Morante porta al cinema un altro intenso ritratto di donna: nel nuovo film di Peter Del Monte "Nessuno mi pettina bene come il vento", interpreta una scrittrice che vive isolata ma incontra casualmente una bambina di 11 anni con difficoltà di relazione: il loro sarà l'incontro tra pregiudizi e solitudini di due donne, e le cambierà profondamente. Il regista ha spiegato:"A me non piace idealizzare il femminile, mi piace andare in profondità anche a toccare zone oscure, che possono dare al personaggio anche un carattere un po' respingente.... E in questo senso gli stagni femminili sono più nutriti"."Si raccontano effettivamente poche storie al femminile, io però ce la sto mettendo tutta a raccontare storie al femminile..." ha affermato Morante.In questo caso mi è piaciuta la sceneggiatura... mi è sembrata scritta bene, mi è sembrato che riuscisse a creare una strana magia, una suggestione. Non aveva niente di lezioso la sceneggiatura, non era manichea, perché uno può provare più simpatia per un personaggio o per un altro, ma nessuno ha veramente ragione e nessuno ha veramente torto in questo film".Morante è stata per anni la musa del cinema d'autore italiano, oggi si divide tra il lavoro di attrice e regista."Io ero la giovane attrice del cinema d'autore, non ho mai saputo bene perché, ma i nostri autori oggi fanno di tutto, fanno commedie, tra l'altro anche dal punto di vista del cast sono un po' meno arditi di quanto non fossero gli autori di quegli anni. Se vedi anche gli autori fanno appello agli attori del momento... Le carte si sono un po' rimescolate".Il suo secondo film da regista, dopo "Ciliegine", si intitolerà "Assolo"."E' una commedia, anche se una commedia di un genere un po' stravagante, sempre sul mondo femminile. E adesso sono alla ricerca di finanziamenti e vorremmo girare in settembre" ha concluso l'attrice."