Trebinje (Bosnia), (TMNews) - Una donna nel vero senso della parola. Emir Kusturica definisce così Monica Bellucci, protagonista del suo nuovo film "Lungo la via Lattea", "Love and war" nella versione inglese: per questo motivo il regista ha deciso di affidare all'attrice italiana un ruolo inedito e complesso: "Monica è una donna vera, molto femminile, ma nel film ha un ruolo completamente diverso, quello di un agente segreto che arriva in un campo profughi e tenta di conquistare una nuova identità". Il film prende spunto da un cortometraggio del regista, che si conferma nel ruolo di un prete cristiano ortodosso, mentre la Bellucci è un agente segreto di padre serbo e madre italiana con una taglia sulla testa. Nel film si intrecciano amore e guerra: lei si innamora di un uomo che ogni giorno attraversa il fronte per portare il latte. "La guerra potrebbe essere una qualsiasi, la trama del film è incentrata soprattutto sulla natura umana. Anche se si parla di guerra, di violenza, è qualcosa di più profondo e spirituale" racconta. "Sarà violento e poetico allo stesso tempo, proprio come la vita".L'attrice si è detta orgogliosa e felicissima di lavorare con Kusturica e di essere ospite del Paese balcanico, che durante le lunghe riprese avrà modo di conoscere meglio."E' una grandissima emozione affrontare questa esperienza, so che sarà difficile e faticoso, come tutti i film, ma molto intenso, e imparerò molto del mio lavoro". Il film sarà presentato al prossimo Festival di Cannes: le riprese dovrebbero terminare a novembre.(immagini Afp)