Roma, (askanews) - Rigore e femminilità, il tutto ispirato da artisti come Amedeo Modigliani e Alberto Giacometti. Parla la stilista newyorkese, nota per i suoi abiti da sposa, Vera Wang: "Voglio trovare le mie proporzioni, le mie nuove silhouette, ciò per me significa che devono essere molto lunghe, molto lineari, quasi come nella scultura o nella pittura", afferma a margine della New York Fashion Week.E c'è anche la scherma a ispirare la stilista figlia di una famiglia cinese emigrata negli anni '40. "L'eleganza e il controllo della scherma, la bellezza della scherma", sottolinea.Da queste idee nascono delle camicette abbellite da un gioco di cinghie, gonne con ampi spacchi e abiti in trasparenza. I colori vanno dal nero e grigio a toni di kahki e zafferano.