Roma, (askanews) - Tra le prime sfilate della Milano Moda Donna, una delle più attese, quella di Gucci, che con la prima collezione femminile del nuovo direttore creativo Alessandro Michele ha aperto ufficialmente la nuova era della maison, dopo Frida Giannini.Per l'autunno-inverno 2015-2016, Gucci alterna stili diversi, osa con creatività e contemporaneo ma conserva la tradizione del marchio. Bluse trasparenti e top velati abbinati a gonne di pelle o plissettate, abiti fiorati e maglie con ricchi ricami e uccelli su gonna trasparente, colori caldi e freddi mescolati insieme, e la ricerca dei dettagli negli accessori: turbanti in testa fermagli appariscenti, cappelli e occhiali, accanto alla cintura con la doppia G, un must della casa di moda.In passerella tornano anche pellicce e cappotti militari. Il riferimento è agli anni '70 ma è soprattutto uno stile che tende a confondere i generi, con donne che indossano abiti e completi maschili e uomini con giacche fiorate.Un nuovo corso per Gucci che al momento ha impressionato: adatto a tutti e innovativo.